ZELIG è un marchio di proprietà BANANAS S.R.L. - VISITA IL SITO

Oggi In Viale Monza 140

Le Scemette in "Ci vuole un fisico intelligente" alle 21:00

Pugilato letterario - Star wars: Il risveglio della forza

Martedì 23 Febbraio 2016
Ore: 21:00
TAVOLO € 12,00 - TRIBUNA € 10,00

Per info, abbonamenti e prenotazioni: CLICCA QUI

PUGILATO LETTERARIO e ZELIG CABARET presentano

 

Star Wars - Il risveglio della forza  

 

La saga di Star Wars, e in particolare il settimo episodio, appena uscito nelle sale cinematografiche, saranno i protagonisti dell'incontro agonistico culturale più in voga che ci sia! 
I contendenti saranno Antonio Serra e Alberto Ostini, tra i più importanti sceneggiatori della Sergio Bonelli editore: due luminari in materia, pronti a sfidarsi a colpi di spada laser (letteralmente...) e dotte argomentazioni.  

 

Una serata consigliata a tutti i nerd (in senso buono) della zona, ma non solo a loro: si divertirà molto anche chi conosce poco o per nulla la mitica Saga creata da George Lucas: condotti da Alberto e Antonio, esploreremo infatti la galassia di Star Wars e vi troveremo molto più che pupazzetti meccanici, astronavi, fucili laser e spade luminose (ma anche quelli li troveremo, oh, se li troveremo...).

 

Tutti pronti allo sbarco?
Ad accogliere i visitatori vi saranno due pugili autorevoli,  un argomento di cui discutere tra leggerezza e fantasia,  un arbitro,  un gong,  sei round, il pubblico che vota.



Dopo gli esiti positivi delle serate programmate a Novembre e Dicembre 2015, quello di Febbraio 2016 è il terzo appuntamento di Pugilato letterario ospitato allo Zelig Cabaret. Un esperimento fortemente voluto da Luca Lissoni, ideatore del Pugilato Lettarario e da Giancarlo Bozzo, direttore artistico del teatro in Viale Monza 140,  e che ha riscontrato fin da subito una buona riuscita per la partecipazione del pubblico. 
Ecco quindi rinnovato il connubio, anche questa volta, non in una biblioteca o in un festival culturale - come accade solitamente - ma in un teatro dedicato alla cultura del ridere. Per dimostrare una volta di più che la cultura, la letteratura, le tendenze e l'attualità possono essere divertenti.  



Una serata ricca di colpi di scena: oltre al genuino mix di divertimento e approfondimento culturale, l'atmosfera in sala a Zelig Cabaret si trasformerà in un universo abitato da strane creature.

 

In breve il Pugilato letterario è un format di incontri agonistico-culturali ideato da Luca Lissoni e condotti da Eugenio Canton. Una vera e propria sfida dove l'oggetto della contesa è un autore letterario.Uno dei duellanti combatte per difenderlo, l'altro per attaccarlo. La sfida si svolge in sei round, ognuno dei quali affronta l'opera del drammaturgo da un diverso punto di vista. Giudice unico e insidacabile della sfida è il pubblico, che vota per alzata di cartoncino rosso o blu. Sul ring due grandi scrittori che, al di là degli attacchi e delle difese, ci permetteranno di conoscere l'autore in gioco, in modo accattivante e nuovo, portando in luce aspetti e collegamenti insospettabili.

 

 ANTONIO SERRA - biografia Antonio Serra nasce ad Alghero il 16 febbraio 1963 e muove i suoi primi passi nel mondo dell'editoria e della fiction di carta alla fine degli anni Settanta, quando cura la rivista amatoriale di fantascienza "Fate largo". Nel 1982, presso il Centro Culturale cagliaritano "Il Circolo", conosce Michele Medda e Bepi Vigna, che formeranno con lui quella che, nel mondo della letteratura disegnata, è nota ai più come "la Banda dei Sardi". Accomunati dalla passione per il fumetto, i tre fanno parte del gruppo "Bande Dessinèe"(insieme ad altri futuri autori, quali Vanna Vinci e Otto Gabos), per poi entrare da professionisti nel settore vedendosi sceneggiare da Alfredo Castelli alcuni soggetti scritti per Martin Mystère. Sempre lavorando insieme, Medda, Serra e Vigna realizzano altre sceneggiature per il detective archeologo e per Dylan Dog. Infine, dopo avere elaborato insieme il progetto di Nathan Never e Legs Weaver, si dedicano separatamente alla sceneggiatura delle singole storie. Serra è anche curatore redazionale delle due testate, cui si è aggiunta la serie dedicata all'Agenzia Alfa. Nel 1999, l'Editore Sergio Bonelli approva a Serra l'idea per un "nuovo" personaggio. Gregory Hunter (un tempo Gregory Hammer, creato all'epoca della "Bande Dessinèe") che raggiunge le edicole nel 2001. Nel 2007 è alle redini anche del nuovo semestrale legato al mondo di Nathan Never: Universo Alfa. Dal 2005, insieme a Gianmauro Cozzi, lavora sul progetto che, nell'autunno del 2009, esordisce in edicola con il titolo Greystorm, miniserie in 12 albi. Nel 2012 esce "Sul pianeta perduto", ottavo numero della collana Romanzi a Fumetti, disegnato da Paolo Bacilieri.

 

ALBERTO OSTINI - biografia (Cantù, 11 maggio 1968) Laureato in filosofia all’Università Cattolica di Milano, con una tesi sul cinema di Nanni Moretti. Nei primi anni novanta, in coppia con Stefano Piani con lo pseudonimo di "Tike", lavora come vignettista satirico per alcune pubblicazioni periodiche, tra cui Cuore. Nel 1994 entra nello staff della Sergio Bonelli Editore realizzando il numero 54 della serie Nathan Never intitolato Bauhaus Killer. Da allora realizza, come sceneggiatore, oltre cinquanta episodi per le testate di Nathan Never, Legs Weaver, Universo Alfa (di cui ha ideato la collana Sezione Eurasia), Napoleone, Dampyr, Greystorm e Dylan Dog. Dal 2001 al 2005 è docente, con Antonio Serra, del seminario di Sceneggiatura per fumetti per la Scuola Holden di Torino, realizzando per gli stessi anche un corso di sceneggiatura on line. Dal 2004 è docente di Teoria e tecniche della sceneggiatura del "Master in ideazione e produzione per la TV, il cinema e i media digitali" dell’Università Cattolica di Milano. Dal 2008 inizia a scrivere per la televisione sceneggiando per la RAI tre episodi della dodicesima stagione di Il commissario Rex (Affari di famiglia; La mamma è sempre la mamma; Il colore del silenzio) e due della tredicesima (Un caso freddo, L'ululato). Per Mediaset ha scritto, insieme a Stefano Piani, il TV-Movie dal titolo: Gli occhi dell'assassino e andato in onda su Canale 5 il 13 settembre 2009. Sempre per Mediaset ha scritto successivamente altri tre TV-Movie: Vite in ostaggio (con Kevin Sorbo, Jane Alexander, Antonio Cupo) e Omicidio su misura (con Rob Estes e Ana Caterina Morariu), entrambi diretti da Lamberto Bava e Sotto protezione (con Adriano Giannini e Katrina Law, regia di Edoardo Margheriti). I tre Tv-Movie fanno parte di un'unica collection dal titolo: Sei passi nel giallo, andata in onda su Canale 5 a partire dal 22 febbraio 2012 È autore insieme al regista svizzero Fulvio Bernasconi del cortometraggio Goal (2012), realizzato in occasione del trecentesimo anniversario della nascita di J.J. Rousseau e, con lo pseudonimo di Cosmo Brown, del mockumentary Operazione Lombardia trasmesso dalla RSI – Radiotelevisione della Svizzera Italiana – il 26 gennaio 2014. Nel 2013 ha realizzato, per Mediaset, I segreti di Borgo Larici una serie in sette puntate, di cui è co-autore sia del concept che dei soggetti di tutte le puntate e andata in onda su Canale 5 a partire dal gennaio 2014. È inoltre coautore di Scrivere per la tv: la fiction, lezione del corso di scrittura "io.scrivo" del Corriere della sera (2011), nonché curatore del volume Dylan Dog - Indocili sentimenti, arcane paure (1998) e autore, con Giovanni Garbellini, del volume Eroi di inchiostro (1996), entrambi pubblicati da EuresisEdizioni. A luglio 2013 è uscito per le edizioni Io scrittore il suo primo romanzo dal titolo Nika. Attualmente sta lavorando a una miniserie a fumetti per la Sergio Bonelli Editore dal titolo provvisorio Alanis Gray.

 

PUGILATO LETTERARIO Che cos’è Il Pugilato Letterario è una curiosa creatura che abita uno spazio indefinito tra il gioco, lo sport e il dibattito culturale. Spieghiamoci con un esempio Il modo migliore per capire il nostro gioco è pensare alle discussioni che vi capita di avere, soprattutto con gli amici più cari, quando si tratta di gusti letterari, cinematografici o musicali (Ma come non ti è piaciuto Cent’anni di solitudine, sei pazzo?). Noi non facciamo altro che mettere in scena queste discussioni, dar loro un regolamento, mettere tra i due litiganti un arbitro (Eugenio Canton, in arte Baci, imprescindibile pilastro del Pugilato Letterario), scandire la sfida in round, ciascuno dedicato a un diverso aspetto del libro (o del film o di quel che volete) e portarle il tutto davanti a un pubblico in grado di sancire, per alzata di cartoncino rosso o blu, la vittoria dell’uno o dell’altro contendente. Si sfiorano altezze vertiginose e bassezze impresentabili. Si divertono i pugili (li trovate elencati sotto: chiedeteglielo e ve lo confermeranno), si diverte il pubblico, ci divertiamo noi. Il pugilato “special” Da alcuni anni, grazie a un’intuizione di Marco Ardemagni, grande fan del Pugilato, abbiamo iniziato a utilizzare il format anche per parlare di temi di attualità (il nucleare, la crisi economica, l’Unità d’Italia...). Il gioco è più o meno lo stesso, con qualche variante nelle regole e con Ardemagni stesso in veste di voce fuori campo.